Emigranti

Martignacchesi in Francia, in Germania, in America... Fotografati da soli o insieme ai compagni di lavoro, gli emigranti inviano ai parenti rimasti in patria la rassicurazione di un aspetto ordinato, dignitoso, a volte scherzoso.

Documenti correlati

Giovanni Linz ed altri emigranti in Belgio

Giovanni Linz è il primo da sinistra nella prima foto

Giovanni Linz ed altri emigranti in Belgio

fotografia

Operai in una fonderia

fotografia

Emigrazione di Livio Pagnutti negli Stati Uniti

fotografia

Ermes Del Negro

fotografia

Ravello Olinto

Olinto emigrò in Francia per lavoro.

Ravello Olinto

fotografia

Guglielmo Maiero

Guglielmo Maiero, emigrato in America (fratello di Pietro).

Guglielmo Maiero

fotografia

Emigranti in Germania

Il sesto da sinistra è Beniamino Maiero.

Emigranti in Germania

fotografia

Emigranti in Germania

Seduto quasi al centro dell'immagine, Beniamino Maiero; sullo sfondo le fornaci, presso Stoccarda.

Emigranti in Germania

fotografia

Emigranti di Martignacco in Germania

fotografia

Emigranti al lavoro nelle fornaci

Emigranti al lavoro nelle fornaci presso Stoccarda.

Emigranti al lavoro nelle fornaci

fotografia

Emigranti friulani in Francia

Si riconoscono nella fila in alto, partendo da destra, Giuseppe Ravello (il primo) e Giuseppe Ravello (il secondo).

Emigranti friulani in Francia

fotografia

Emigranti in Argentina

Il primo in piedi da destra è Eliseo Lavia.

 

Emigranti in Argentina

fotografia

Emigranti in Francia

Alle fornaci di Arras: Guido Totis è il primo a destra nella fila in alto.

Emigranti in Francia

fotografia

Emigranti in Francia

Fornaci di Arras. Guido Totis con la pala.

Emigranti in Francia

fotografia

Emigranti in Francia

Fornaci di Arras. Guido Totis con la pala

Emigranti in Francia

fotografia

Passaporto di Giovanni Linz, emigrato in Belgio

documento